E’ agli sgoccioli la scadenza per il pagamento di Imu e Tasi 2016 sulle seconde case; ecco quello che devono sapere i cittadini di Milano e Roma sul calcolo e le aliquote sulle rate delle tasse sulla casa

Ai contribuenti che sono chiamati a pagare Imu e Tasi 2016 è rimasto davvero poco tempo; il limite ultimo per il versamento della prima rata delle tasse sulla casa è infatti fissato per giovedì 16 giugno 2016, per il resto dell’importo dovuto allo Stato c’è invece tempo fino a fine anno.
Malgrado i cambiamenti dovuti alla Legge di Stabilità 2016 sono ancora molti i cittadini che sono tenuti a pagare entro questa scadenza Imu e Tasi 2016, circa 25 milioni di proprietari di immobili oltre alla prima casa, dei quali il 76% sono lavoratori dipendenti e pensionati: sarà circa di 10,1 miliardi di euro il totale dell’acconto da pagare entro il 16 giugno.

In particolare saranno due le città provate dal pagamento entro la scadenza della prima rata (ma anche dal saldo) poiché Imu e Tasi 2016 saranno più care che altrove: Roma e Milano. Secondo il rapporto Uil su Imu e Tasi 2016, elaborato dal Servizio Politiche Territoriali della Uil, infatti il costo maggiore in valore assoluto per il possesso di una seconda casa si registrerà a Roma con un versamento in media di 2.064 euro, di cui 1.032 euro entro il 16 giugno per la prima rata e a Milano dove si pagheranno 2.040 euro medi, con 1.020 euro di acconto. Inoltre entrambe hanno scelto l’aliquota più alta con l’11,4 per mille.

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>